Arma traditrice Caposaldo Rho-Pian dei Morti
722
Particolare opera rientrante nei dettami della circolare 200 che sulle carte dell’epoca ha come dizione ufficiale quella di “arma traditrice”. Il piccolo centro di fuoco prendeva infatti il nome dalla sua ardua posizione e dal ruolo che avrebbe dovuto avere, ovvero battere con la sua arma “alle spalle” di eventuali infiltrazioni nemiche provenienti dalla Francia. L’opera era presenziata anche d’inverno (a differenza degli altri centri del caposaldo) e veniva raggiunta dalla G.a.F. tramite un breve ma scosceso tragitto in scialpinismo.

Se lo si riesce ad individuare tra ghiaioni e pareti di roccia la sua visita è possibile in toto, anche se il malloppo per mitragliatrice e l’ingresso sono stati ovviamente oggetto di demolizione.

Related Listings